Zerinol®

Quando le temperature iniziano ad oscillare e ci troviamo in mezzo agli sbalzi senza poterli prevedere, aumentano esponenzialmente le probabilità di essere colpiti dai virus. Il virus che attacca il nostro organismo può essere più o meno aggressivo e, di conseguenza, provocare reazioni da parte del nostro sistema immunitario più o meno pesanti.
Generalmente, quando un bacillo riesce ad entrare nel nostro corpo, si deposita su specifiche cellule in base alla sua origine. Gli agenti patogeni sono infatti precisi, perciò quelli che attaccano le mucose non si depositeranno mai, per esempio, sul fegato.

Dunque, il virus entra, si deposita e mentre si riproduce uccide la cellula colpita. Questa poi morendo libererà gli altri piccoli germi che espandendosi nel nostro corpo aggraveranno le nostre condizioni. A questo punto, interviene il nostro sistema immunitario. Per espellere i corpi estranei o nemici dell’organismo, il Sistema Immunitario produce citochine, che servono a raccogliere un maggior numero di forza, globuli bianchi e altre cellule difensive. Da tutto ciò, deriva l’intensità delle nostre reazioni a livello sistemico.

Persona che vai, sintomo che trovi: c’è chi comincia con un mal di testa, chi con uno starnuto. I primi segnali di influenza possono iniziare in ogni persona in modo diverso, ma è molto importante che ciascuno conosca e riconosca i propri, così da poter agire in maniera preventiva ed evitare le conseguenze più debilitanti. Quella sensazione di debolezza e dolori muscolari, oppure un raffreddore con conseguente naso che cola: non appena cominciamo a sentirci gli occhi lucidi, i dolori muscolari alle gambe e il mal di gola, sappiamo che probabilmente sta salendo la febbre.

Ma perché tutti questi sintomi?

FEBBRE

Quando al cervello arriva il messaggio di un’infezione nel nostro corpo, questo attiva immediatamente la risposta del sistema immunitario, che per eliminare i bacilli estranei ed uccidere il virus alza la temperatura del nostro corpo, così da rendergli più difficile riprodursi.

DOLORI MUSCOLARI

I dolori muscolari come sintomo influenzale si manifestano quando le citochine arrivano nei muscoli. Per dare più vita alle nostre cellule indebolite, scompongono le proteine in modo che producano più energia e possano meglio reagire ai germi che le hanno infettate.

CONGESTIONE NASALE

L’iperproduzione di muco è una difesa organica che si verifica quando per espellere il virus, in questo caso depositatosi nella laringe o nella faringe, il nostro corpo cerca di buttarlo fuori tramite lo scolo nasale.

Cosa fare allora in questo caso? Agire subito, in modo rapido ed efficace su tutti i sintomi dati del nostro organismo per avvisarci in tempo, così da poter continuare a vivere appieno le nostre giornate, tenendo ben lontano il letto dai nostri progetti che non vogliamo mettere in pausa.

Le informazioni contenute in questa pagina sono da intendersi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun caso assistenza o consiglio medico.